Il tuo cortile è sicuro per il tuo cane?

Di Kate Hughes

Recensito da Stephanie Liff, DVM

Uno dei piaceri più importanti dell’essere un genitore domestico è guardare il tuo cane giocare liberamente all’aperto. Ma mentre l’aria fresca, la luce solare e l’esercizio fisico fanno bene al tuo compagno canino, il tuo cortile può anche essere sede di alcuni pericoli spaventosi per i cani.

Conoscere questi pericoli del cortile per i cani, proteggersi da loro e, forse la cosa più importante, avere un solido piano in atto per quando il tuo cane entra in qualcosa che non dovrebbe, è la chiave per mantenerlo sano e salvo.

I pericoli del cortile per i cani variano notevolmente a seconda di dove vivi. Se vivi in ​​un luogo dove sono presenti serpenti velenosi, ad esempio, questo è probabilmente il rischio ambientale più pericoloso per il tuo animale domestico.

Le recinzioni invisibili rendono anche i cani vulnerabili, poiché non impediscono alla fauna selvatica di entrare nel tuo cortile o giardino. Tutto, dai coyote e dalle volpi ai cani randagi, può vagare in un cortile con una recinzione invisibile.

Sebbene non tutti possano applicarsi alla regione in cui vivi, ecco nove dei principali pericoli del cortile per i cani.

9 Pericoli del cortile per i cani

Piante tossiche

Le piante tossiche sono uno dei maggiori pericoli per i cani nel tuo cortile. Molti genitori di animali domestici non si rendono conto che le piante che circondano la loro casa potrebbero essere velenose. In quanto tale, la prima linea di difesa è l’istruzione. È utile imparare a identificare le piante da giardino comuni tossiche per i cani.

Il mughetto, la digitale, l’oleandro, il kalanchoe e la palma da sago sono tra le piante da cortile velenose per i cani, ma ce ne sono molte altre a cui prestare attenzione. Altre piante tossiche ed erbacce tossiche per i cani includono aloe, narcisi, crisantemi, gladioli e peonie.

Se pensi che il tuo cane abbia ingerito una pianta tossica, procurati un campione o una foto della pianta da mostrare al tuo veterinario. Se il tuo animale sta già manifestando segni clinici di tossicità, come stato mentale alterato, debolezza o vomito, portalo immediatamente al veterinario più vicino o all’ospedale veterinario di emergenza.

Orti di frutta e verdura

Sfortunatamente, i fiori e le erbacce non sono l’unico tipo di vegetazione a cui i genitori di animali domestici devono prestare attenzione. Anche le comuni piante da frutto e da orto possono essere tossiche per gli animali domestici.

Quelli a cui prestare attenzione sono le piante di pomodoro (foglie, steli e frutti acerbi) e il rabarbaro (foglie). Anche le cipolle, l’aglio e altri membri della famiglia degli allium sono tossici per i cani.

I frutti maturi generalmente non sono un problema, sono la vegetazione e i semi che possono essere tossici. Cani e gatti possono soffrire di disturbi gastrointestinali, depressione e debolezza se ingeriscono la pianta sbagliata.

Di nuovo, se sospetti che il tuo amico peloso abbia mangiato qualcosa di pericoloso, dovresti contattare immediatamente il controllo dei veleni degli animali.

Funghi

Non tecnicamente una pianta, i funghi possono anche essere estremamente pericolosi per i cani. I genitori di animali domestici dovrebbero esaminare il loro giardino una volta alla settimana, specialmente dopo forti piogge, per tirare i funghi.

Assicurarti che il tuo giardino abbia un drenaggio adeguato aiuterà a limitare la crescita di funghi e altri funghi potenzialmente pericolosi.

Animali selvaggi

Animali selvaggi come orsi, coyote, tassi, ratti, scoiattoli e persino gatti selvatici possono essere estremamente pericolosi per i cani se si incontrano faccia a faccia nel tuo giardino.

Se vivi in ​​un’area con una fauna selvatica indigena pericolosa, non lasciare il tuo animale domestico incustodito quando è all’aperto. La fauna selvatica più pericolosa starà lontano dalle persone, quindi se sei con il tuo cane, molto probabilmente un animale non lo inseguirà.

Se il tuo cane ha un alterco con un animale selvatico, non metterti a rischio. Assicurati di essere al sicuro e cerca di distrarre l’animale lanciando un oggetto come una bottiglia d’acqua o un libro. Quindi prova a rimuovere il tuo cane dalla situazione, se puoi farlo in sicurezza.

Se il tuo cane subisce lesioni, i veterinari consigliano di avvolgere la ferita con un involucro di plastica (non troppo stretto), esercitando pressione su eventuali aree che potrebbero sanguinare e cercando assistenza veterinaria di emergenza.

Alcuni animali, inclusi procioni, pipistrelli, volpi e puzzole, possono anche essere fonte di rabbia, un importante promemoria per mantenere aggiornate le vaccinazioni del tuo animale domestico. Inoltre, roditori e conigli possono diffondere la tenia ai cani (ne parleremo più avanti) e possono facilmente entrare nei cortili e nei giardini.

Vermi

Mantenere i cani liberi dai parassiti può essere una sfida e qualsiasi cane che trascorre del tempo all’aperto è a rischio. I cani dovrebbero essere sottoposti a screening per i parassiti e trattati per le infestazioni durante i loro controlli annuali.

Tra i parassiti che i cani possono incontrare all’aperto ci sono diversi tipi di vermi, tra cui filaria, anchilostoma, ascaridi, tenia e tricocefalo.

I cani possono essere esposti a microscopici ascaridi, anchilostomi o uova di tricocefali nel terreno contaminato, tenia di roditori e conigli infetti nel tuo cortile o giardino e filaria di zanzare infette.

Fortunatamente, ci sono misure preventive che i genitori di animali domestici possono adottare contro i vermi, specialmente quelli difficili da eliminare come i tricocefali. Ampio spettro protezione dai parassiti è una linea di difesa efficace.

È un po ‘disgustoso, ma ecco cosa i genitori di animali domestici devono sapere su ogni tipo di parassita:

Whipworms

Sebbene siano uno dei parassiti intestinali più comuni nei cani, i tricocefali possono essere particolarmente difficili da controllare (1). Questo perché le loro uova microscopiche, deposte a migliaia, sono particolarmente resistenti e possono rimanere dormienti nel terreno per diversi anni, il che rende la reinfezione un probabile risultato (2).

Heartworms

Sei mai stato morso da una zanzara nel tuo giardino? Anche il tuo cane è a rischio. Trasmessi dalle zanzare infette, i vermi filari si stabiliscono nelle arterie polmonari di un cane e possono crescere fino a un piede di lunghezza in pochi mesi. Un’infestazione da filariosi cardiopolmonare può essere fatale, quindi se il veterinario scopre che il tuo cane sta trasportando questo parassita, inizierà il trattamento appropriato (1).

Hookworms

Gli anchilostomi sono parassiti che consumano una grande quantità di sangue e possono causare diarrea sanguinolenta, perdita di peso e anemia. Un’infezione può anche portare a lesioni cutanee sulle zampe di un cane (1). Le infezioni gravi possono essere fatali a causa di un’eccessiva perdita di sangue. Gli anchilostomi larvali presenti nell’ambiente possono anche penetrare nella pelle umana e causare infezioni nelle persone, come quelle che camminano a piedi nudi o giocano nel terreno contaminato.

Nematodi

La maggior parte dei genitori di animali domestici ha familiarità con i nematodi, poiché sono comuni ed è molto probabile che vengano visti nei cuccioli nelle prime settimane con te. I nematodi possono raggiungere lunghezze fino a 15 cm nell’intestino tenue di un cane (1).

Tenie

I cani possono contrarre diverse specie di tenia, sia per l’ingestione di pulci infette, piccoli roditori, conigli, bestiame o altri animali selvatici. Quando un cane mangia un ospite intermedio che trasporta larve di tenia, le larve possono trasformarsi in una tenia adulta all’interno del suo intestino.

Zecche e pulci

Se il tuo cane esce, è probabile che sarà esposto a zecche e pulci, che possono portare malattie. Puoi limitare il rischio di infestazione del tuo cane con la prescrizione mensile di zecche e farmaci per le pulci.

Prodotti da banco per zecche e pulci possono causare problemi se il dosaggio non è corretto o se è per la specie sbagliata, quindi usa sempre i prodotti consigliati dal veterinario. Chiedi al tuo veterinario una compressa masticabile che protegge da zecche e pulci.

Se trovi un segno di spunta attaccato al tuo cane dopo che è uscito, dovresti rimuoverlo in sicurezza. Metti il ​​segno di spunta in un sacchetto sigillabile e fissa un appuntamento per portarlo dal tuo veterinario.

Ragni, insetti pungenti e serpenti

Oltre a zecche e pulci, ragni, insetti pungenti come api e vespe e serpenti possono anche rappresentare un rischio per i cani nel tuo cortile.

Ragni e scorpioni trovano spesso rifugio in cataste di legno, quindi cerca di limitare l’accesso del tuo cane a loro. I serpenti possono anche nascondersi sotto le rocce, legna da ardere accatastata, capannoni, cespugli e detriti del cortile.

Se sospetti che il tuo animale domestico sia stato morso da un serpente, è un’emergenza che richiede cure veterinarie immediate. I genitori di animali domestici vedranno in genere il morso del serpente o il loro animale domestico arriverà con un’evidente ferita sanguinante con due o quattro punture, indicando un morso in una regione in cui i serpenti sono prevalenti.

I segni che il tuo cane potrebbe essere stato morso o punto da animali o insetti includono zoppicare, gonfiore o leccare in un’area specifica. Se sospetti che il tuo animale domestico possa essere stato morso o punto, controlla il sito per gonfiore, lividi o secrezione nel corso di 12-24 ore. Se noti uno di questi segni, porta il tuo cane dal veterinario.

Veleni e pesticidi

Mentre molti parassiti rappresentano un rischio per i cani, anche i mezzi chimici per controllare questi parassiti sono una preoccupazione. Tenere tutto ciò che è tossico in un armadietto chiuso a chiave e ricorrere a metodi di controllo dei parassiti non velenosi, come le trappole per topi, quando possibile. I pesticidi e i cani sono una combinazione pericolosa. Se il tuo cane è esposto ai pesticidi, dovresti portarlo immediatamente in una clinica veterinaria.

Piscine

Le piscine possono rappresentare un grave pericolo per gli animali domestici, soprattutto durante la bassa stagione. Assicurati che la tua piscina sia coperta quando fa freddo e che gli animali più vecchi o fragili non siano mai fuori dalla piscina senza sorveglianza.

RIFERIMENTI:

  1. Consigliere scientifico europeo Parassiti animali da compagnia. Controllo dei vermi in cani e gatti: linea guida ESCCAP 01 terza edizione – luglio 2017 [PDF file]. Recuperato da http://www.esccap.org/uploads/docs/0x0o7jda_ESCCAP_Guideline_01_Third_Edition_July_2017.pdf
  2. Trichuris Vulpis. Companion Animal Parasite Council. Recuperato da https://capcvet.org/guidelines/trichuris-vulpis/

© 2020 Elanco. EM-CA-20-0020