In che modo uno Shih-Tzu sfacciato e abbandonato ha ispirato una donna a favorire e ad adottare cani anziani

Quando ero al college, ho iniziato a lavorare in un affollato ospedale per animali come assistente veterinario. Per quanto io adori i cani, non pensavo fosse giusto adottarne uno con il mio folle programma di lezioni, lavoro e amici, fino al giorno in cui ho incontrato Brandy.

Era un tipico pomeriggio quando ho notato un gruppo di personale raggruppato intorno a una delle porte della sala esami. Il veterinario all’interno stava parlando a un uomo dei suoi cani, e dal volume delle loro voci, le cose si stavano riscaldando.



Uno degli altri assistenti mi ha informato della storia di fondo:

Il cliente aveva portato tutti e tre i suoi cani di tipo Shih-Tzu / Lhasa-Apso settimane prima per l’imbarco. Non solo erano in ritardo per tutti i loro servizi annuali, ma erano anche sporchi e gravemente arruffati. L’addetto alla reception ha convinto l’uomo a far pulire tutti i cani e controllarli accuratamente da un veterinario durante il loro soggiorno.



Dopo che il signore se n’è andato, il personale è andato a lavorare. Il più vecchio dei tre cani era fragile con una grave condizione cardiaca. Il cane di mezzo, Brandy, aveva circa 11 anni. Oltre al suo doloroso mantello arruffato, le sue unghie erano cresciute nei cuscinetti delle zampe, i suoi occhi erano incrostati di sporcizia per una condizione non trattata ed entrambi i suoi timpani erano rotti da anni di orribili infezioni. Quanto al cane più giovane, a parte il suo aspetto, era abbastanza in salute.

Il veterinario del loro caso ha contattato il proprietario con i suoi risultati. Insieme, hanno deciso di eutanasia umanamente il cane più anziano e fare tutto il necessario per Brandy. È stata sedata, rasata fino alla pelle, bagnata e curata a fondo per tutti i suoi disturbi. Durante la sua permanenza nell’area d’imbarco, ha ricevuto antibiotici, antidolorifici e unguenti per gli occhi e le orecchie. Alla fine del suo soggiorno, Brandy era un cane diverso.




Il mio nuovo cane

Quando arrivò il giorno in cui Brandy e sua sorella minore sarebbero tornate a casa, l’uomo sganciò una bomba: non voleva più Brandy. Infatti, ha detto al veterinario, se fosse stato costretto a partire con lei, l’avrebbe abbandonata sul ciglio della strada.

All’improvviso, la porta della stanza degli esami si spalancò e il veterinario esaminò il personale riunito.

“Qualcuno vuole un cane?” chiese, i suoi occhi si posarono su di me. “Dina! Non hai animali domestici. Vuoi adottare il cane di questo ragazzo così non devo metterla a dormire? “



Parla di essere messo sul posto! Avevo visto Brandy di sfuggita solo poche volte durante il suo soggiorno. Non avrei potuto sceglierla da una formazione. Ma non volevo vedere un cane innocente morire prima del suo tempo, quindi proprio così, sono diventato l’orgoglioso proprietario di uno Shih-Tzu di 11 anni con tutta una serie di problemi di salute.

L’uomo mi ha affidato Brandy, e sono tornato al canile per incontrare il mio nuovo cane. Uno degli inservienti ha indicato la sua gabbia. Brandy era in bianco e nero con un profondo morso che mostrava i suoi denti inferiori storti. I suoi occhi erano velati di cataratta e le sue orecchie erano increspate di tessuto cicatriziale.

“Ciao”, ho detto. “Immagino che tu sia il mio nuovo cane.”



Brandy scodinzolò e mise le sue zampe anteriori sul mio petto.

Brandy prima notte nella sua nuova casa.

Una signora impertinente

Ho preso cibo e provviste per cani mentre tornavo a casa, e Brandy e io abbiamo iniziato a conoscerci. Ho imparato rapidamente i suoi gusti (cibo, ossa, letto, uomini più anziani che somigliavano a suo padre 🥺) e antipatie (cibo per cani, giocattoli per cani, cani, medicine per occhi e orecchie, essere soli).

Durante i miei turni di 10 ore, sistemavo Brandy in una cuccia di grandi dimensioni con un sacco di soffice biancheria da letto, acqua fresca e snack. Ma non è mai rimasta lì a lungo. Qualche impiegato o un altro la prenderebbero inevitabilmente e la porterebbero in giro. Il posto felice di Brandy era sempre tra le braccia di qualcuno.



Per quanto dolce e coccolosa com’era, potrebbe essere davvero un piccolo mostro! Ad esempio, se non la sollevavo nell’istante in cui mi toccava la gamba, si sedeva, gettava la testa all’indietro e lanciava l’ululato più doloroso che tu abbia mai sentito!

Disprezzava anche gli altri cani e si caricava dietro di loro abbaiando, ringhiando e mordicchiando le loro gambe. Una volta ha scacciato un Rottweiler e un grosso segugio che ha avuto la sfortuna di vagare nel nostro cortile. Era 10 libbre di pura sfacciataggine quando voleva esserlo!

“Glamour Shot” di Brandy

Dicendo addio

Il giorno in cui ho portato Brandy a casa per la prima volta, il suo veterinario mi ha detto che sarebbe stato sorpreso se fosse vissuta un altro anno. Oltre ad altri suoi problemi, sospettava che avesse un cancro alla vescica; ma Brandy e io finimmo per avere quasi quattro anni insieme. In molti modi, mi ha visto crescere. Era lì quando mi sono laureato al college; quando ho comprato la mia prima casa; è arrivata anche al mio primo appuntamento con mio marito!



Nel 2009 Brandy ha davvero iniziato a mostrare la sua età. Dormiva quasi tutto il giorno, aveva sempre più incidenti in casa e spesso sembrava perdersi e disorientarsi. Un giorno iniziò a camminare e camminare in cerchio, sempre a sinistra. Il mio veterinario ha confermato le mie peggiori paure: Brandy aveva un tumore al cervello.

L’ho iniziata con farmaci antiepilettici e l’ho tenuta con me 24 ore al giorno. Non solo è venuta a lavorare con me, Brandy ha anche fatto la spesa, ha fatto commissioni e ha mangiato nei ristoranti (nel patio, ovviamente), il tutto mentre mi legavo al petto in una fascia per neonati. Ma quando i suoi sintomi peggioravano, sapevo che il suo tempo si stava esaurendo.

Il suo ultimo giorno, il mio futuro marito le ha comprato un cheeseburger di McDonald’s e crocchette di pollo. Li abbiamo nutriti mentre ci salutavamo.



Brandy’s Legacy

Brandy è stato il primo cane che sia mai stato mio e solo mio. Mi ha insegnato che ai cani anziani resta ancora molta vita da vivere e tanto amore da dare. Meno di un mese dopo la sua morte, io e il mio futuro marito abbiamo adottato un altro sfacciato mix di Shih-Tzu chiamato Finch. Alcuni anni dopo, abbiamo accolto Rosie, un’anziana del braccio della morte con problemi cardiaci; e l’anno dopo abbiamo adottato Kio, un chihuahua di 13 anni il cui proprietario è morto improvvisamente mentre era in vacanza nella nostra città.

Ora che sono uno scrittore casalingo a tempo pieno, promuoviamo anche un assortimento di anziani speciali mentre aspettano le loro case per sempre. Di seguito è il nostro ospite attuale. Si chiama Sissy ed è stata abbandonata su un campo da golf rurale quando non poteva più produrre cuccioli.



Per saperne di più su Sissy, contatta All 4 Paws Animal Rescue a Pawleys Island, SC a adop@a4psc.org.

Per favore CONDIVIDI per trasmettere questa storia a un amico o un familiare.