La community si unisce per catturare il cucciolo adottivo scomparso

Posted On By Jane Smith

Una famiglia aveva il cuore spezzato quando il loro cucciolo adottivo è scappato in una fredda giornata invernale in Canada. Dopo essere riuscito a fuggire da casa sua, una comunità si è riunita per riunirlo alla sua famiglia affidataria.

Rod è un bovaro bernese di 10 mesi con un temperamento timido. Rod ha lottato così tanto nel socializzare con gli altri che è stato messo in una casa adottiva con una coppia di nome Miriam e Hugh Campbell. I due hanno abilità nell’aiutare gli amici pelosi a uscire dai loro gusci, rendendoli la squadra perfetta per aiutare il cucciolo.

Promuovendo Rod, il cucciolo peloso è diventato sempre più a suo agio. Rod divenne così sicuro nella sua stessa pelle che fu abbastanza coraggioso da chiudere a chiave la porta della famiglia Campbell una sera. Anche inseguendo Rod nel momento in cui ha preso una pausa, la sua famiglia adottiva non è riuscita a tenere il passo.

La figlia di Miriam e Hugh, Ellie Methot, era così attaccata al timido cucciolo che è stata la prima sulla scena alla ricerca del loro amico di pelliccia scomparso. Ellie si è rivolta a suo marito, Marc Methot, un ex giocatore di hockey per gli Ottawa Senators, e al suo seguito su Twitter di oltre 67.000 persone per formare un devoto team di ricerca. In pochi minuti, ci furono avvistamenti di Rod in tutta la città.

L’agente della polizia di Ottawa Stephen Kirtz aveva cercato Rod dal momento in cui aveva visto il post su Twitter. Ben presto si imbatté nel cucciolo scomparso mentre vagava per la zona, ma non riuscì a catturarlo a causa della paura di Rod di nuove persone. Incapace di prenderlo, trascorse le ore successive cercando di tenerlo lontano dal traffico.

“Ha continuato a correre in mezzo alla strada. Probabilmente 10 o 15 volte sono saltato per prenderlo, ma non sono riuscito a prenderlo. Gli ho persino lanciato il pranzo. ” – Const. Stephen Kirtz

Rod presto sfuggì alla sua vista e quando l’oscurità calò sulla città canadese, rimase inosservato fino al mattino.

bernese mancante

Il giorno dopo, presto, tutti tornarono a caccia. Il team di ricerca ha esaminato l’area in auto, a piedi e attraverso suggerimenti online provenienti da tutta la città.

Dall’altra parte della città c’era un altro proprietario di bovaro bernese che aveva sentito parlare della situazione di Rod. Con una sensazione viscerale che non riusciva a spiegare, Logan Blaire iniziò la sua caccia per trovare Rod.

“Ho solo avuto questa strana sensazione che dovevo andare a cercarlo.” – Logan Blaire

Logan e la sua ragazza hanno iniziato la loro ricerca nei binari del treno nelle vicinanze nella speranza di cercare un’area che non era ancora stata toccata. Per fortuna per il cucciolo fuggito, era finalmente in vista!

Rod si nascondeva tra una staccionata e un grande mucchio di detriti coperti di neve. Sembrava come se avesse raggiunto un vicolo cieco nel percorso, costringendolo a rimanere in un posto quando Logan ha chiamato i suoi genitori adottivi.

In pochi minuti, Ellie ei suoi genitori erano sulla scena e desiderosi di riunirsi con il loro cucciolo adottivo preferito. Gli occhi di Rod si illuminarono nel momento in cui vide le sue persone preferite, e le salutò con uno scodinzolio ansioso e baci.

“La quantità di amore e sostegno da parte di estranei assoluti. Onesto con Dio, non riesco a credere che viviamo in una città in cui così tante persone sono disposte a farlo per qualcuno che non hanno nemmeno mai incontrato “. – Ellie Methot

Siamo così grati che Rod abbia avuto una squadra così straordinaria di amanti degli animali che lo hanno supportato in questo periodo terrificante e che ora sia sano e salvo!

H / T: ottawacitizen.com
Fonte immagine: ottawacitizen.com