La legge proposta darebbe agli affittuari il diritto di avere animali domestici

Come scrittore, non posso dirti quante volte ho dovuto stringere i denti e scrivere qualcosa come “il cane si è arreso quando la nuova situazione di vita della sua persona non permetteva agli animali”. Mi spezza il cuore che qualcuno debba scegliere tra avere un posto dove vivere e mantenere il proprio peloso familiare.

Fortunatamente, non sono l’unico a sentirsi in questo modo. Una nuova proposta di legge nel Regno Unito garantirebbe che gli affittuari di proprietà non debbano più separarsi dai loro migliori amici quando si trasferiscono. Il deputato conservatore Andrew Rosindell, che guida la carica, ha dichiarato:



“Trasferirsi in una nuova casa è una parte normale della vita, ma cosa succederebbe se ogni volta che ti trasferissi, dovessi affrontare la minaccia di essere separato da qualcuno che amavi? Una casa o un appartamento può davvero essere una casa, se sei stato costretto ad abbandonare un membro della famiglia solo per potervi trasferire? “

Il conto, sostiene, è necessario proprio come un cane è un membro essenziale di una famiglia.



“Purtroppo, i proprietari di animali domestici che si trasferiscono in un alloggio in affitto devono affrontare la realtà che la loro famiglia potrebbe essere distrutta perché la maggior parte dei proprietari ha divieti inutili sulla proprietà di animali domestici”.



Lo stesso Rosindell ha due Staffordshire Bull Terrier: Spike e Buster.

“So anche quanto possono essere stretti i legami tra un cane e il proprietario e quanto sia devastante perderli.”

Informazioni sulla fattura dei cani e degli animali domestici

Il disegno di legge prende il nome, “Legge di Jasmine”, da un Weimaraner che apparteneva alla famiglia Adams del Surrey. Al cucciolo non era permesso vivere con loro in una casa in affitto.



Ufficialmente, il disegno di legge è “The Dogs and Domestic Animals (Accommodation and Protection) Bill”.

“La clausola no-pet significa che qualcuno non può ospitare un cane nemmeno per un breve periodo per paura di recriminazioni o di perdere la casa. Tale discriminazione deve ora finire “.

Puoi leggere o ascoltare il discorso di Rosindell sul disegno di legge qui.



Supporto e critiche alla legge

In generale, i gruppi per il benessere degli animali e gli enti di beneficenza sostengono la misura. Secondo Clare Kivlehan di Dogs Trust, questo importante problema merita di essere affrontato.

“Uno dei motivi principali per cui i cani ci vengono consegnati sono i problemi a trovare una sistemazione che accetti animali domestici”.

In primo luogo, i proprietari di immobili temono che consentire a tutti i tipi di animali negli spazi in affitto provocherà danni costosi. Il proprietario Fred Cowler ha detto:



“Se diventasse legge, vorrei garanzie che i danni e i costi aggiuntivi sarebbero e potrebbero essere coperti dall’inquilino.”



Tuttavia, Rosindell ha spiegato ai proprietari che il disegno di legge non significa necessariamente che gli inquilini hanno un “diritto incondizionato” di avere animali domestici nelle loro proprietà. Evidentemente, chiunque desideri avere un animale domestico deve prima superare un test di proprietà responsabile. Ciò include una lista di controllo che deve essere soddisfatta; cose come vaccinazioni, microchip e risposta ai comandi di base.

Rosindell ha dichiarato alla National Residential Landlords Association:

“Il disegno di legge includerà misure per garantire che gli animali domestici siano adatti al tipo di alloggio”.



Una seconda lettura avrà luogo il 29 gennaio, ma finora c’è un sostegno trasversale al disegno di legge. Se passa, il Regno Unito segue l’esempio di Belgio, Francia, Germania e Svizzera.

Per favore CONDIVIDI per trasmettere questa storia a un amico o un familiare.

H / T: Bibbia LAD