La nuova campagna “Petfished” mette in guardia contro le truffe “Christmas Puppy”

Le vacanze sono tutte per portare gioia e niente porta più gioia a una persona di un cane. È il motivo per cui i cuccioli fanno un regalo di Natale così popolare. Purtroppo, qualcosa di ben intenzionato come avere qualcuno che ami un nuovo cane può avere conseguenze negative.

Poiché le ricerche online di “adotta un cucciolo” aumentano durante la stagione dei regali, gli esperti hanno un avvertimento importante. Purtroppo, alcune persone là fuori vedono questo solo come un mezzo di profitto, a scapito del benessere dei cani. I truffatori e gli operatori disumani di cuccioli di cane capitalizzano sull’aumento dell’interesse degli acquirenti, che danneggia sia i cani che le persone.



Steve Jurvetson tramite Flickr

UK L’ufficiale capo veterinario, Christine Middlemiss, ha dichiarato:

“Dopo un anno difficile e con molti di noi che trascorrono più tempo a casa, molte persone potrebbero pensare di prendere un nuovo cucciolo o gattino. Tuttavia, l’inizio del Natale è un momento importante per venditori senza scrupoli per approfittare di coloro che cercano di acquistare un nuovo animale domestico. Questo è il motivo per cui consigliamo alle persone di rimanere vigili e di ricercare sempre a fondo i venditori prima di entrare in contatto “.



La nuova campagna “Petfished” incoraggia questo attento processo di controllo. Chris Sherwood, amministratore delegato di RSPCA, ha spiegato:

“Stiamo supportando la campagna Petfished per esortare i potenziali acquirenti a cercare sempre prima il venditore. È sempre molto meglio aspettare il cane giusto che affrettarsi a comprare e sostenere inconsapevolmente la crudeltà. Se preoccupato, allontanati dal venditore e contatta RSPCA al numero 0300 1234 999 “.

Segni a cui prestare attenzione nelle truffe dei cuccioli

Per ribadire, questa non è solo una questione di soldi. I cuccioli venduti online dai truffatori spesso provengono da un commercio sotterraneo in cui vengono allevati in modo disumano. Note di Sherwood:



“I cani usati nel commercio sotterraneo di cuccioli conducono vite miserabili in condizioni orribili e i loro cuccioli hanno spesso problemi di salute e comportamentali per tutta la vita a causa del loro cattivo inizio”.

La campagna “Petfished” offre questi suggerimenti per evitare di sostenerlo per sbaglio:

  1. Guarda il profilo del venditore e cerca il suo nome online. Se pubblicizzano molte cucciolate di razze diverse, questa è una bandiera rossa.
  2. Controlla i loro dettagli di contatto. Copia e incolla il numero di telefono in un motore di ricerca. Se lo stesso numero viene visualizzato su molti annunci, siti e in più date, è probabile che si tratti di un venditore ingannevole.
  3. Controlla l’età dell’animale. Cuccioli e gattini non dovrebbero mai essere venduti se hanno meno di 8 settimane!
  4. Verifica quale trattamento medico ha avuto l’animale. Richiedi i record.

Altre cose da considerare quando si cerca un “cucciolo di Natale”

Oltre a queste preoccupazioni, molti cercatori di cuccioli nel periodo natalizio non pensano completamente alle loro decisioni. Potrebbero considerare un cane un regalo carino, ma non si rendono conto di quanto lavoro sia necessario per allevarli correttamente. Questo porta a molti cuccioli di Natale che finiscono nei rifugi a gennaio o febbraio.



Ali Pazani tramite Pexels

Middlemiss sottolinea anche che il caos natalizio non è il miglior ambiente di allevamento dei cuccioli.

“I potenziali acquirenti dovrebbero anche notare che il Natale potrebbe non essere il momento migliore per avere un animale domestico in quanto può essere rumoroso e caotico, che non è l’ambiente migliore per stabilirsi in un nuovo animale.”

I cani sono compagni così preziosi e amorevoli e incoraggerei sempre i soccorsi per chiunque ne cerchi uno. Ricorda, i cani sono membri della famiglia e ci vuole impegno per prendersi cura di uno. Aspetta di adottare finché non sei pronto.



Per favore CONDIVIDI per trasmettere questa storia a un amico o un familiare.

H / T: LADBible
Immagine in primo piano: Ali Pazani tramite Pexels