Striscio di sangue sul bordo: definizione e funzione

Uno degli esami del sangue più comuni in laboratorio è lo striscio di sangue periferico. L’esame delle preparazioni di striscio di sangue periferico viene solitamente eseguito se si sospetta che una persona abbia determinati problemi medici.

Vedere una spiegazione più dettagliata dello striscio di sangue periferico. Scopri la comprensione dello striscio di sangue periferico e la funzione dei preparati per striscio di sangue periferico (SADT).

Cos’è il sangue periferico?

Il sangue del bordo è sangue che scorre e circola nella maggior parte del corpo. Il componente del sangue periferico è costituito da globuli rossi (eritrociti), globuli bianchi (leucociti) e piastrine (piastrine).

La funzione del sangue periferico può eliminare gli agenti patogeni che rimangono nel corpo. Il sangue periferico ha un ruolo importante nell’immunità del corpo. Pertanto, i problemi di salute del corpo possono essere visti conoscendo le condizioni delle cellule del sangue presenti nel sangue periferico.

Cos’è lo striscio di sangue periferico?

Lo striscio di sangue periferico è un esame del sangue in laboratorio che sparge una goccia di sangue su un sottile pezzo di vetro. Il sangue del bordo sottile sul pezzo di vetro viene quindi eseguito con una colorazione speciale ed esaminato ulteriormente.

L’esame delle preparazioni di striscio di sangue può essere eseguito manualmente e automaticamente. Lo striscio di sangue sul bordo viene eseguito manualmente utilizzando un microscopio, mentre automaticamente utilizzando una macchina digitale.

Il sangue del bordo che viene esaminato manualmente utilizzando un microscopio richiede un giorno. Il personale medico responsabile dello striscio di sangue periferico è patologo clinico.

Lo striscio di sangue Edge ha diversi nomi in inglese, vale a dire striscio di sangue, striscio periferico, striscio di sangue, differenziale manuale, vetrino differenziale, morfologia dei globuli rossi, morfologia degli eritrociti e differenziale dei leucociti.

Funzione di esame di preparati per strisci di sangue periferico

La funzione dello striscio di sangue periferico è quella di diagnosticare alcune malattie come infezioni, tumori o malattie degenerative valutando i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine del sangue.

Le seguenti sono alcune delle funzioni dello striscio di sangue periferico:

  1. Valutare le dimensioni, la forma e il colore (indicatore del livello di emoglobina) dei globuli rossi (morfologia dei globuli rossi)
  2. Confronta le dimensioni, la forma e l’aspetto generale dei globuli bianchi con l’aspetto delle cellule normali già esistenti
  3. Determina cinque diversi tipi di globuli bianchi e la loro percentuale relativa (differenziale manuale dei globuli bianchi)
  4. Stima del numero di piastrine disponibili
  5. Rileva, diagnostica e monitora le malattie

Materiale per la valutazione dello striscio di sangue periferico

I risultati dello striscio di sangue periferico servono a diagnosticare la malattia attraverso la valutazione di eritrociti, leucociti e piastrine nel sangue periferico. L’esame delle preparazioni di striscio di sangue periferico può produrre una diagnosi valutando.

Di seguito sono riportate alcune delle cose che vengono utilizzate come materiale di valutazione per l’esame dello striscio di sangue periferico:

1. Maturità di erythrocytes, leucociti e piastrine

La funzione dello striscio di sangue periferico è quella di valutare il livello di maturità di eritrociti, leucociti e piastrine. Va notato che i tre componenti del sangue sono formati o originati da una cellula madre, vale a dire Hemositoblast.

L’emocitoblasto si romperà in cinque tipi di cellule figlie, vale a dire Proerythroblast, Myeloblast, Lymphoblast, Monoblast e Megacaryoblas. Questi cinque frammenti di cellule Hemositoblast sono i precursori di eritrociti, leucociti e piastrine.

I proeritroblasti maturi diventeranno eritroblasti policromatici. L’eritroblasto policromatico maturo si rompe anche negli eritrociti o nei globuli rossi. Quindi, gli eritrociti sono un tipo di globulo maturo.

Myeloblast, Lymphoblast e Monoblast diventeranno leucociti. Il mieloblasto maturo si scompone in Progranulociti e successivamente i Progranulociti maturi in Basofili, Eucinofili e Neutrofili.

I linfoblasti maturi diventano linfociti e monoblasti che maturano in monociti. Basofili, eucinofili, neutrofilm linfocitari e monociti sono leucociti maturi e circoleranno al di fuori del midollo osseo.

C’è ancora un frammento di ematoblasto, vale a dire Megacarioblasto.

Il megacarioblasto è una grande cellula che maturerà e si romperà in megacariociti. I megacariociti maturi finiranno per diventare piastrine o piastrine.

Il risultato di un buon striscio di sangue periferico è che contiene molti componenti del sangue maturo, cioè eritrociti, leucociti e piastrine. Tuttavia, lo striscio di sangue periferico può anche mostrare la quantità di cellule del sangue immature rispetto alle cellule del sangue mature.

Quando vengono rilevati molti eritroblasti anziché eritrociti, ci sono problemi con i globuli rossi. Solitamente associato a problemi medici come anemia, leucemia, talassemia e altri.

I risultati dello striscio di sangue con più mieloblasti, linfoblasti e monoblasti rispetto ai globuli bianchi maturi (basofili, eucinofili, neutrofili, monociti e linfociti) mostrano la presenza di problemi medici correlati ai leucociti come infezioni, infiammazioni, leucemia e altri.

Se megacarioblasti e megacariociti sono abbondanti negli strisci di sangue periferico piuttosto che nelle piastrine, questo indica anche alcuni problemi medici. Mancanza di piastrine o piastrine associate all’emofilia.

2. Aspetto speciale delle cellule

Un esame dello striscio di sangue periferico funziona anche per rilevare la malattia attraverso la comparsa di cellule speciali.

Queste cellule speciali sono solitamente arasiti che causano danni ai globuli rossi, come il plasmodio (Plasmodium vivax, Plasmodium malariae, Plasmodium falciparum e altri).

Il plasmodio è appollaiato sui globuli rossi con conseguente ingrandimento dei globuli e pallore a causa della mancanza di emoglobina. Queste cellule speciali cambieranno anche la forma dei globuli rossi.

3. Anomalie delle cellule del sangue

La funzione dello striscio di sangue periferico valuta anche le cellule del sangue normali.

Se vengono rilevate cellule del sangue anormali, verrà effettuata una valutazione per diagnosticare la malattia o alcune indicazioni mediche.

Le seguenti sono le condizioni per le anomalie nei globuli rossi che possono essere viste negli strisci di sangue periferico:

Anisocitosi
L’anisocitosi è una condizione di globuli rossi anormali perché ha una dimensione inferiore alla dimensione normale (micrositi) o superiore alla dimensione normale (macrociti).

Poichilocitosi
La poichilocitosi è anche una condizione anormale nei globuli rossi perché ha una forma diversa dalle forme normali.

Anisopoichilocitosi
L’anisopoichilocitosi è una condizione di globuli rossi anormali perché le dimensioni e la forma dei globuli rossi sono diverse da come dovrebbero essere.